Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Nuove normative sull’iscrizione AIRE

Untitled design (1)

La Legge di Bilancio 2024 ha introdotto importanti cambiamenti in materia di iscrizione all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Nel ricordare che l’iscrizione all’AIRE è un preciso dovere del connazionale residente all’estero nonché un presupposto fondamentale per l’accesso ai servizi consolari, si segnala che l’articolo 1, comma 242, della Legge n. 213 del 30 dicembre 2023 ha rafforzato le misure per coloro che trasferiscono la propria residenza all’estero senza procedere all’iscrizione AIRE. Secondo la modifica dell’articolo 11 della Legge 1228/1954, i Comuni italiani sono ora autorizzati a imporre sanzioni pecuniarie da 200 Euro a un massimo di 1.000 Euro per ogni anno di mancata iscrizione all’AIRE, con un limite massimo di 5 anni.

Inoltre, l’articolo 1, comma 243, della Legge di Bilancio impone alle amministrazioni pubbliche di segnalare al comune di iscrizione anagrafica qualsiasi elemento che indichi la residenza all’estero, anche solo di fatto, dei cittadini italiani. Il comune di iscrizione anagrafica dovrà comunicare queste informazioni all’Agenzia delle Entrate, permettendo così controlli tributari.

Per evitare possibili sanzioni e garantire il corretto adempimento degli obblighi, è fondamentale mantenere aggiornate le vostre informazioni anagrafiche. Per ulteriori dettagli e assistenza sull’Iscrizione AIRE, non esitate a contattare il Consolato Italiano a Mumbai. Restate informati e continuate a seguire il nostro sito per eventuali aggiornamenti su questo importante argomento.